top of page

Absoluta, nata sotto il segno del brand

Nata nel 2020 in un contesto sempre più veloce e complesso, Absoluta si è posta

l’obiettivo di ripartire dai brand, dal loro significato e dai valori più profondi che li connotano. Alessandro Pedrazzini, CEO & Partner dell’agenzia, racconta le

caratteristiche del percorso appena intrapreso.



Qual è il DNA di Absoluta?


Absoluta è un nuovo brand che è entrato nel 2020 a far parte del mercato delle agenzie di comunicazione, ma rappresenta il punto di arrivo di un progetto iniziato dieci anni fa e cresciuto in seno a diverse realtà. È un progetto di seniority che riunisce un solido nucleo di professionisti, che si sono formati e che hanno operato nei principali network nazionali

e internazionali della comunicazione, sviluppando esperienze a 360° sul branding. Si tratta di un team collaudato e coeso, che ha sviluppato un metodo di lavoro proprietario molto apprezzato dai clienti e che ha deciso di mettersi in gioco portando avanti il proprio progetto identitario autonomamente. Abbiamo scelto un modello di business simile a quello della consulenza e un modello manageriale molto orizzontale: siamo cinque soci fondatori e ognuno di noi presidia una competenza precisa e ha la responsabilità di costruire un team che ne sia interprete.


La nascita di Absoluta è stata un processo naturale spinto prevalentemente dai nostri clienti, che hanno riconosciuto nel nostro modo di operare una forte identità, incitandoci a renderlo indipendente.

L’appartenenza a un gruppo rende necessaria l’adesione a un modello operativo predefinito, che difficilmente risulta idoneo a incubare nuove idee. Dopo aver provato a portare avanti questa visione all’interno di due gruppi, abbiamo compreso che solo rendendoci indipendenti avremmo potuto fare esplodere il nostro progetto. Questo non significa che non sia necessario fare sistema, ma crediamo che esistano per noi modalità

più efficaci per costruire un network.


Quali sono i punti chiave dell’offerta?

Absoluta nasce da una visione molto precisa: noi crediamo che in un contesto sempre più veloce e complesso, nel quale tutti sono diventati abili produttori di contenuti e tutti hanno un proprio pubblico, gran parte dei brand abbiano perso identità e coerenza, rincorrendo nuovi canali sempre più targettizzati e linguaggi in continua evoluzione.


Noi crediamo che questo sia il momento di ripartire dai brand, dal loro significato e dai valori più profondi che li connotano.


Pensiamo che i brand debbano diventare dei portatori di senso all’interno di una realtà

sempre più complessa e confusa assumendo un importante ruolo sociale. Da tale visione nasce la nostra offerta. Absoluta è un’agenzia strategico creativa fortemente specializzata nel brand building che si occupa di posizionare e rifocalizzare i brand e di costruire valori di marca durevoli e rilevanti attraverso progetti di comunicazione.


La nostra offerta è costruita su quattro punti chiave: un approccio consulenziale, un metodo strategico proprietario fondato sull’interpretazione dei dati, uno sviluppo creativo che punta all’eccellenza, un network di competenze selezionate che ci permette di spaziare a 360°, un modello relazionale basato sulla condivisione di valori umani e professionali. Il risultato a tendere è quello di trovare in Absoluta l’interlocutore principale per la costruzione di una strategia di marca in grado poi di tradurla, coordinarla e supervisionarla trasversalmente alle diverse attività di comunicazione.


Quali sono i principali vantaggi dell’essere indipendenti?

Nel nostro caso l’indipendenza è innanzitutto lo spazio per esprimere la nostra idea imprenditoriale e la nostra visione senza alcun compromesso.


L’indipendenza poi, inevitabilmente, ti permette un’agilità e una velocità superiori. Questo è un grande vantaggio soprattutto in momenti di grande instabilità come quello attuale, in cui occorre reinventarsi ogni giorno. Essere indipendenti non deve però significare isolarsi o credere di poter fare tutto da sé. Al contrario, noi crediamo che la comunicazione sia diventata una scienza davvero complessa e che per offrire un servizio consulenziale in grado di generare valore aggiunto, sia necessario mettere insieme competenze diverse per affrontare tutte le verticalità. Per questo stiamo investendo molte risorse, soprattutto in termini di effort, nella costruzione di un hub di imprese della comunicazione indipendenti che condividono valori professionali, visione di mercato e valori umani.


Lo abbiamo chiamato Hubsoluta e lo consideriamo il perno della nostra strategia di crescita per il prossimo triennio. Indipendenti ma collegati. Il vantaggio che proponiamo è un’unica lead agency per la governance della marca in grado di costruire tavoli di lavoro multicompetenziali dall’elevato valore strategico.





Essere indipendenti consente di rispondere meglio alle esigenze dei brand?

La scelta di un cliente di affidarsi a un’agenzia indipendente è sempre più ardita in quanto spesso il nome di un grande gruppo internazionale blasonato espone a meno rischi. Per questo, se sei un’agenzia indipendente, fin dal primo giorno devi dimostrare di essere in grado di offrire grandi competenze ed elevati livelli di output e servizio.


Non esistono backup su cui poter contare. Il vantaggio per il cliente è che le scelte non sono mai direzionate dal rispetto di policy di gruppo, ma sono sempre direzionate verso la migliore soluzione per il brand. In questo senso, se ci sono competenze e qualità, essere indipendenti permette una maggiore focalizzazione verso le esigenze del brand.


Com’è stato il vostro 2020?

Essere nati nel 2020, in piena pandemia, è stato da un lato un atto di coraggio e dall’altro un’opportunità. L’opportunità è stata quella di dotarsi fin da subito di un modello organizzativo capace di accogliere le nuove modalità lavorative e di potersi plasmare in corsa.


Questo aspetto ci ha aiutato a fare lo startup. Abbiamo fatto del nostro meglio con grande entusiasmo e i clienti sono arrivati molto rapidamente. Abbiamo lavorato con grande intensità e siamo riusciti a chiudere molto bene il nostro primo anno di attività. Per Absoluta il 2020 si chiude con un bilancio in positivo e una marginalità superiore al 10%. Questo era il nostro obiettivo e siamo entusiasti di averlo raggiunto. Ora siamo in fase di finalizzazione del business plan per il 2021.


Quali sono state le principali soddisfazioni dell’anno appena concluso?

Come dicevamo, è stato un anno ricco di soddisfazioni. La prima è stata quella di poter riprendere a collaborare con clienti che hanno rinnovato la loro fiducia al nostro team e al nostro metodo. Tra questi siamo orgogliosi di poter citare Edenred, Giuffrè Francis Lefebvre, Lagostina, Touring Club Italiano, Mondadori e Nike.


La seconda grande soddisfazione è stata quella di risultare subito attrattivi per altri clienti con i quali abbiamo avviato nuove relazioni. A queste si unisce la soddisfazione di avere costituito un team molto coeso, capace di generare risultati e di alimentare un clima positivo, costruttivo e stimolante.


LEGGI L'ARTICOLO DI TOUCHPOINT


Touchpoint-Magazine-Febbraio-2021
.pdf
Scarica PDF • 157KB



Commentaires


bottom of page